Che cosa sono i codici Google Play e perché convengono

Di , scritto il 06 Ottobre 2017

Chiunque possieda un terminale con sistema operativo Android (smartphone o tablet) connesso a Internet non può non conoscere il Google Play Store, in cui alcuni anni sono confluiti quelli che un tempo si chiamavano Android Market, Google Music e Google eBookstore. In pratica si tratta di una piattaforma web dalla quale sono scaricabili applicazioni, brani musicali, film, e-book e e-magazine. L’applicativo che permette di accedere al Play Store è preinstallato sui device Android e sul browser Google Chrome e quindi le difficoltà per l’accesso sono ridotte a zero anche per chi ha poca dimestichezza con i servizi digitali. Scaricare un’app dallo store di Google offre un grosso vantaggio: quello di rendere quel contenuto accessibile da tutti i dispositivi che si possiedono (a condizioni che si utilizzi lo stesso account) grazie al meccanismo detto di “sincronizzazione”. Questo significa ad esempio che un libro elettronico scaricato sul proprio smartphone sarà disponibile anche sul tablet o sul PC.

Gli sviluppatori di applicazioni sono molto numerosi nel mondo e sfornano continuamente software che vanno incontro alle più svariate esigenze degli utenti: dal puro divertimento all’organizzazione quotidiana, dall’elaborazione grafica ai calcoli complessi. Fin dall’inizio è risultato chiaro ai programmatori che il pubblico preferisce di gran lunga provare gratuitamente un’applicazione prima di acquistarla o di passare al livello superiore. Tant’è vero che raramente per scaricare un programmino dal Play Store bisogna versare denaro. La strategia è risultata vincente per chi ha messo a punto delle applicazioni realmente appassionanti o utili, a cui il grande pubblico si è affezionato scatenando un’ondata di consenso virale. Spesso e volentieri, per sfruttare tutte le potenzialità di un’applicazione è necessario effettuare dei cosiddetti acquisti “in-app”, ovvero versare una certa cifra (solitamente irrisoria) per passare a un upgrade immediato del programma. Nel caso dei giochi per smartphone e tablet l’acquisto di elementi interni permette di velocizzare i passaggi e di migliorare l’esperienza d’uso.

Per pagare questi microacquisti l’utente può scegliere di consumare il credito sul proprio telefono, oppure acquistare dei codici Google Play, che si traducono in credito per l’acquisto dei contenuti. Conviene sempre farlo in sicurezza dando la preferenza a un rivenditore autorizzato (come ad esempio il portale Startselect a cui vi porterà il link qui sopra). Per pagare si può scegliere tra gli svariati metodi di pagamento messi a disposizione (carta di credito, circuito Paypal, circuito Skrill, bonifico bancario). Con i primi tre metodi di pagamento citati il trasferimento è immediato e quindi il codice viene inviato immediatamente. Con il bonifico bancario occorre attendere qualche giorno. In ogni caso la comodità del servizio è estrema: si acquistano i codici comodamente da casa propria, per fare un regalo a sé stessi oppure ad amici o familiari quando il tempo stringe. Dopo avere ordinato il codice si riceve un messaggio e-mail di conferma all’interno del quale si trova il codice del prodotto acquistato, che il destinatario dovrà inserire nell’apposito modulo al momento dell’acquisto. Si tratterà di un dono graditissimo, per tutti coloro che amano giocare con applicazioni celeberrime come Pokemon GO, Candy Crash Saga, Clash Royale e molte altre che forse si faranno largo nel frattempo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009