Con PicAscii si può trasformare un’immagine in un file di testo ASCII

Di , scritto il 08 Settembre 2010

Sul sito PicAscii.com è possibile convertire qualsiasi immagine in un testo costituito da caratteri ASCII, il sistema di codifica creato per rappresentare il testo nei computer con 128 caratteri. Quale potrebbe essere il vantaggio di tale trasformazione? Prima di tutto è divertente e può costituire un originale variante per la grafica delle vostre pagine web o per l’immagine del vostro avatar. Infatti, il file risultante può essere salvato in formato .txt o anche .html. La differenza tra i due formati sta nel fatto che l’html può conservare i colori della foto originale e includere dei tag.

Qualunque tipo di immagine può essere convertita nel formato ASCII, ma è meglio utilizzare foto non troppo grandi (meno di 500 pixel), in modo che l’effetto sia più cospicuo. L’immagine dovrebbe avere dei colori piuttosto scuri in modo che siano più visibili nella foto – piuttosto sgranata – che ne risulterà.

Per convertire l’immagine, bisogna sfogliare l’hard disk e scegliere una foto di formato .gif o .jpeg o .png, che non pesi più di 1 Megabyte. In alternativa è possibile uploadare un URL. Occorre poi scegliere il formato dell’immagine di output (da 1 a 4) e spuntare l’apposita casella che indica se la si desidera a colori oppure no. Poi si clicca su Generate e si ammira il risultato, scaricabile nella versione ‘solo testo’ o sotto forma di codice html.

Giocando con il software abbiamo scoperto che il risultato è buono quando i colori della foto di partenza sono veramente molto scuri, più di quanto risulti gradevole in una foto normale. Perciò consigliamo di abbassare il livello delle tinte ‘a monte’, prima di effettuare la conversione.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009