L’evoluzione del web

Di , scritto il 18 Giugno 2007

logo 2.0Mi fa sorridere un articolo di pcworld.com apparso su Yahoo! News, si intitola “25 websites to watch” e da un primo sguardo appare interessante; leggo l’introduzione e capisco di aver preso una cantonata! L’articolo propone 25 siti del cosiddetto web 2.0, tra cui spiccano servizi basati interamente su Ajax, e altri che derivano le proprie funzioni da quelle dei più comuni Social Networks.

Interessante la nota dell’autore dell’articolo:

But take note: A number of these sites are works in progress, and user-generated sites depend on developing a critical mass of content, which doesn’t happen right away.

In poche parole avverte il lettore, dicendo che una parte dei siti citati sono “user-generated” per cui il loro sviluppo richiede tempo e potremmo trovare un sito ancora in costruzione o in fase di ultimazione. Al di la del messaggio, poco confortante se devo apprestarmi a leggere l’intero articolo, mi fa sorridere il fatto che questi 25 siti, tra cui potrebbe essere il nuovo digg.com di domani o il nuovo YouTube, in realtà abbiano di concreto solo un’idea e un nome, il resto viene lasciato agli utenti, in pieno stile 2.0. Si tratta di uno sviluppo del web che condivido appieno, ma fa riflettere come la creazione di siti internet di successo non sia più legata a buoni contenuti e tanto lavoro redazionale, quanto a semplici idee da dare in pasto alla rete, è così che si evolverà il web del futuro?


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009