MKV Converter Studio: conversione di file MKV con sottotitoli

Di , scritto il 22 Agosto 2011

MKV è un formato contenitore simile ad .AVI e .MOV che supporta vari tipi di compressione video e di codec, oltre a varie tracce audio e di sottotitoli. Se state cercando un convertitore video MKV per file con sottotitoli, sicuramente MKV Converter Studio è un programma pieno di buone promesse. Ecco le sue principali caratteristiche.
* Supporta la conversione da MKV agli importanti formati video AVI, MP4, WMV, DivX, H.264/AVC, XviD e MOV.
* Permette anche di convertire i file MKA nei formati audio MP3, WMA, AAC, OGG, M4A ecc.
* Supporta l’editing dei sottotitoli sia caricando file esterni, sia i titoli incorporati nel video MKV. Questi i principali formati compatibili: .srt . sub .ssa .ass .smi .psb .tex .idx.
* Possibilità di scegliere la traccia audio di una lingua contenuta nel video MKV.
* Il video di output sarà totalmente compatibile con qualsiasi lettore digitale, come iPod, iPhone, player MP4, Zune, PSP etc.
* Possibilità di elaborare i file in modalità batch.
* Oltre alla conversione, il software supporta anche l’editing e il taglio del video, prima della conversione in altri formati. Una funzione che risulta molto utile è poi quella che consente di accorciare il video stabilendone il nuovo orario di inizio e fine. E’ anche possibile modificare la luminosità, il contrasto e la saturazione delle immagini.
Purtroppo non siamo riusciti a capire il costo del software, perché quando si clicca su Buy Now si viene indirizzati a una pagina non corrispondente. Forse è solo un errore temporaneo, lo segnaleremo all’azienda. Se già conoscete il software e avete commenti da fare, usate lo spazio qui sotto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009