Grive, client open source per Google Drive dedicato a Linux

Di , scritto il 16 Maggio 2012

Grive è un client Linux open source per accedere a Google Drive, il servizio di cloud storage lanciato di recente. Il software va a colmare la grave lacuna della mancanza di disponibilità per il sistema operativo del Pinguino, a cui Google ha promesso di trovare una soluzione nativa a breve, finora non pervenuta.

La comunità open ha messo a punto un programma, per il momento disponibile solo in un pacchetto .deb per Ubuntu e Debian. Come usarlo? Dopo l’installazione, il client deve essere eseguito nella cartella in cui si desiderano sincronizzare gli archivi. Alla prima esecuzione l’opzione necessaria per accedere a Google Drive con autorizzazione è la seguente:
grive -a
In seguito non sarà più necessario.

Allo stato, l’applicativo deve ancora essere eseguito mano ogni volta dalla directory che si intende sincronizzare, oppure si può affidarsi a un cronjob.

La licenza open source con cui è rilasciato il codice è di tipo GPLv2 e i sorgenti si trovano sul sito seguendo il link in alto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009