Le immagini sul sito diventano un’esperienza interattiva con Taggstar

Di , scritto il 16 Ottobre 2012

L’idea che sta dietro a Taggstar è tanto semplice quanto geniale. In pratica, se integrato nelle pagine web di un blog o di un sito, questo programma trasforma le foto in piattaforme interattive ricche di informazioni sui soggetti o gli oggetti taggati. Ad esempio, cliccando sulla borsa del personaggio che vedete in questo screenshot si visualizza un testo che dà informazioni sul tipo di borsa, la marca, il prezzo e il negozio dove può essere acquistata. E’ anche possibile lasciare i propri commenti, condividere l’item, cliccare un video relativo all’argomento o visualizzare una cartina.

Per arrivare a queste funzionalità, per prima cosa bisogna installare Taggstar sul proprio sito: il programma fornisce istruzioni per l’installazione automatica con le più note piattaforme di blogging oppure si possono compiere manualmente tutte le operazioni.

Si noti che non funziona con gli album fotografici sulle pagine Facebook personali, mentre funziona con le pagine business. Dopo l’installazione nella pagina sarà possibile impostare gli hotspot, ovvero ‘taggare’ le immagini dove si desidera che gli utenti interagiscano con esse e inserire testi, musica, immagini, video, mappe e altro materiale interattivo. Va da sé che è possibile abbinare gli oggetti in vendita a link di affiliazione con e-commerce e piattaforme pubblicitarie e così, in caso di acquisto andato a buon fine, guadagnare qualcosa grazie alle immagini taggate.

Comunque sia, rendere le proprie immagini interattive non può far altro che aumentare la partecipazione e la quantità di traffico diretto sul sito. Una piccola fatica che vale la pena di fare, anche perché Taggstar è un software gratuito.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009