Threema: app di messaggistica sicura che non richiede numero di cellulare né email

Di , scritto il 15 Febbraio 2021

Le applicazioni di messaggistica più famose sono sicuramente Whatsapp, Telegram e Signal. Non sono le uniche che meritano attenzione: ne esistono altre che garantiscono più sicurezza e privacy. Oggi vi parliamo di Threema, un programmino open-source per smartphone (iOS o Android) sviluppato in Svizzera e abbastanza diffuso anche in Germania, che a differenza dei servizi più noti sopra citati non richiede di fornire un indirizzo e-mail né un numero di telefono cellulare per l’attivazione; o meglio, la scelta è di farlo è facoltativa per gli utenti stessi, che al momento della registrazione ottengono un ID casuale composto da 8 cifre. Avranno inoltre la possibilità di fare una copia di backup del loro ID per incorporarlo nello stesso device o in un altro, così come potranno eliminarlo e cancellarlo e con esso tutte le tracce di conversazioni sul dispositivo.

Progettata per generare il minor numero possibile di dati utente e con comunicazioni criptate end-to-end, l’applicazione è ideale per essere impiegata nella comunicazione interna ed esterna dalle grandi aziende e dalle piccole e medie imprese, ma anche dalle agenzie governative e dalle forze di polizia, dagli ospedali e dalle ONG. In termini di funzionamento Threema è abbastanza simile a WhatsApp, quindi piuttosto semplice. L’unico neo, se vogliamo, è che l’applicazione ha un costo una tantum di 4 euro, per un servizio sempre gratuito in seguito, come dice lo slogan “Pay once, chat forever”. D’altra parte, mentre le app di messaggistica tradizionali sono gratuite perché si finanziano con la pubblicità e raccolgono i dati degli utenti per indirizzare i loro annunci, Threema non lo fa.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009