Brave Talk: videochiamate che garantiscono la privacy

Di , scritto il 27 Settembre 2021

Nasce dalla mente di Brendan Eich, il creatore del browser Brave anche il servizio Brave Talk, anch’esso incentrato sul rispetto della privacy. Questa volta però si tratta di videochiamate. Brave Talk gira sulla piattaforma di videoconferencing open source Jitsi che permette agli utenti di abilitare più livelli di crittografia. Comunque, in nessun caso i dati e altri elementi possono essere registrati o condivisi senza il consenso degli utenti.

Una volta aperto il browser web Brave (questa è la condizione posta per usufruirne), gli utenti devono aprire una nuova scheda e cliccare sull’icona della videocamera Brave Talk (in alternativa possono andare al sito web talk.brave.com dal browser Brave su desktop o mobile), creare una sessione e invitare altri utenti a unirsi a loro nella call (gli invitati possono utilizzare anche qualsiasi altro browser).

Il servizio è gratis nella versione base con chiamate per due persone. Per chi desidera effettuare chiamate a tre o più persone, Brave Talk offre una versione a pagamento per 7 dollari al mese. Pagando una tariffa si può anche usufruire del servizio di registrazioni delle chiamate, di strumenti di hosting come il muting dei partecipanti e di codici di accesso per il login.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloDownload.it – Guide e consigli su programmi e software da scaricare supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009